Come ottenere il Contributo a fondo perduto MARZO 2021 Decreto Sostegni

Come ottenere il Contributo a fondo perduto MARZO 2021 Decreto Sostegni
come richiedere il contributo a fondo perduto marzo 2021 governo draghi per partita iva
Fare richiesta per ottenere il contributo a fondo perduto del nuovo decreto sostegno creato dal governo draghi per marzo 2021 potrebbe risultare non alla portata di tutti e quindi ho deciso di fare una breve ma completa guida per capire come fare il calcolo dei ricavi medi mensili e come applicare le regole.

Indice dei contenuti

Il nuovo decreto sostegno creato dal governo Draghi per dare un contributo a fondo perduto ai liberi professionisti, autonomi, titolari di aziende e chiunque ha una partita iva per marzo 2021.

Alcuni punti utili da sapere:

  • Puoi chiedere il contributo anche se hai aperto la partita iva nel 2021 tra gennaio e febbraio
  • Si prevede un minimo di 1.000€ per persone fisiche e 2.000€ per le aziende
  • Il contributo è una tantum e non un pagamento mensile ricorrente
  • Puoi chiedere il contributo solo se hai avuto un calo del fatturato almeno del 30% nel 2020 rispetto all’anno prima
  • La domanda è totalmente telematica effettuabile dal sito delle agenzie delle entrate accedendo con SPID

Cosa occorre per inviare la domanda del contributo a fondo perduto 2021

La prima cosa da fare è munirsi di tutti i ricavi avuti nell’anno 2019 e 2020, prendere una calcolatrice ed iniziare a fare la media mensile di entrambi. In base poi ai ricavi totali ottenuti nel 2019 si applicherà una percentuale da impostare nel calcolo finale.

Calcolo per ottenere la media mensile dei ricavi annuali

In questo schema puoi vedere come è possibile ottenere la media mensile dai ricavi annuali 2019 e 2020 per poi effettuare una semplice operazione e conoscere anticipatamente quale sarà il contributo a fondo perduto che potrete ottenere in base quindi al fatturato 2019 e 2020.

Caso 1 (esempio)

  • Nel 2019 hai fatturato 35.000€ 

dividi 35.000€ in 12 mesi = 2.917€

  • Nel 2020 hai fatturato 12.000€

dividi 12.000€ in 12 mesi = 1.000€

  • calcolo da fare:

2.917€ – 1.000€ = 1.917€

1.917 x 60% = 1.150€

  • in questo caso otterrete il bonus pari a

1.150€

Caso 2 (esempio)

  • Nel 2019 hai fatturato 20.000€ 

dividi 20.000€ in 12 mesi = 1.666€

  • Nel 2020 hai fatturato 9.500€

dividi 9.500€ in 12 mesi = 792€

  • calcolo da fare:

1.666€ – 792€ = 874€

874 x 60% = 525€

  • in questo caso otterrete il bonus pari a

1.000€ (cioè il minimo garantito)

NOTA BENE: che non è possibile richiedere il contributo a fondo perduto se hai aperto la partita iva a marzo 2021.

Come inviare la domanda per il contributo a fondo perduto di marzo 2021

L’ultima operazione da fare quindi sarà quella di inviare la domanda telematicamente tramite il sito delle agenzia delle entrate, accedendo tramite spid all’area riservata con la procedura precisa che verrà resa nota il 30 marzo 2021. Per ora possiamo vedere il modulo fac-simile visibile a questa pagina del sito dell’agenzia delle entrate e quindi possiamo farci un idea di come sarà.

Sostanzialmente si tratterà di scrivere i seguenti dati:

  • Codice fiscale
  • Dati anagrafici
  • Importo medio mensile fatturato 2019
  • Importo medio mensile fatturato 2020
  • Metodo di pagamento preferito
  • Iban del conto corrente
  • Data di invio
  • Firma del titolare

Informazioni utili da sapere sul contributo a fondo perduto 2021

La domanda potrà essere inviata entro 60 giorni quindi non c’è motivo di piazzarsi sul sito web il giorno 30 marzo 2021 per poter essere i primi, credo servirà a ben poco e non cambierà nulla. I fondi sono stati stanziati e sono disponibili. Credo anche che in pochi non avranno il contributo a fondo perduto perché i requisiti sono abbastanza semplici in alcuni versi anche molto ovvi tranne per pochi fortunati che non ne avranno neanche bisogno.

Se hai dubbi e difficoltà a compilare la domanda per richiedere il contributo a fondo perduto di marzo 2021 ti consiglio di affidarti subito a professionisti e quindi a un commercialista qualificato, in questo caso se ancora non hai un commercialista o vuoi cambiare ti consiglio di dare un occhiata a PartitaIva24 di cui mi affido anche io per la mia contabilità e gestione della partita iva, professionali, seri e totalmente online, tutto molto smart e moderno.

0 0 voti
Valutazione Articolo
Condividi
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email
Share on print
Tag
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Antonio Maraucci programmatore informatico web designer esperto in marketing ecommerce blog
Antonio Maraucci

Autore del blog Webinformatico.com
Amo letteralmente la tecnologia e l'informatica e come professione sono un Web Designer e sviluppatore dal 2019. Quando scrivo un articolo cerco sempre di spiegare tutto in modo più maccheronico possibile, anche perché i robot non piacciono a nessuno ;-)